"Ma vi sono momenti, nella vita, in cui tacere diventa una colpa e parlare diventa un obbligo." O. Fallaci

Page 2 of 4

16107992_10154473753694833_790872587_o (2)

Le case di nessuno

Della frazione di Santa Giusta, Amatrice era madre. Insieme guardavano le montagne e cucinavano piatti prelibati, ospitavano famiglie e bambini. Si scambiavano falchi e cervi, non facevano rumore per non disturbare i cinghiali. Avvolte dalla natura si guardavano complici, aspettando una stagione fatta di bianco, camini accesi e case calorose.
Avvolte dalla natura, da questa sono state colpite a morte, mentre in un tenero abbraccio si stringevano.
Oggi in quell’abbraccio si stringono quei pochi cuori rimasti, oggi più che mai, oggi che fa più freddo.
Oggi ad Amatrice come a Santa Giusta, ci sono le macerie nascoste da quello che porta questa fredda stagione. Macerie che un tempo ospitavano respiri e risate.

Read More

7
1
Mare e Sabbia

Mare e Sabbia

Era il mare. La sabbia e le onde. E il cielo vegliava su quella breve unione, quell’eterno incontro, osservandolo.

L’acqua lasciava un po’ di sé e Sabbia, ormai divenuta parte di Mare, assorbiva tutto quello che vi era rimasto. Intrappolava le conchiglie e il rumore, la voce del suo amato dentro quelle piccole pietre curve e vuote.

Tutte le sere Mare incontrava Sabbia, tutte le mattine Mare la carezzava per poi lasciarla sola nell’attesa di una nuova unione.

Read More

5
0
stazione-termini-tSa-1000X500

La mia casa a Roma Termini

Per circa un anno e mezzo, tutte le volte che ho preso un treno a Roma Termini, i miei occhi si sono posati su una coppia di “senzatetto”, un uomo e una donna. Probabilmente dell’est.
Erano sempre lì.
Ad ogni mia partenza il mio sguardo incontrava quello della donna bionda e passavamo minuti a guardarci e a cercare di parlarci, senza dire niente, attraverso un vetro. Forse lei era soltanto infastidita, forse invadevo la sua privacy, forse le mancavo di rispetto. Ma per me, lei e il suo compagno, erano poesia. Ed è per questo che li guardavo come si guarda un’opera d’arte.

Read More

6
0
11057727_1285782711447793_1370448005191530740_o

Intervista con… Claudia Amatruda

Roma – Foggia. 28 gennaio 2016

Vive a Foggia, la giovanissima Claudia Amatruda, 20 anni, tanta passione per la fotografia e un recente primo posto ad un concorso nazionale di fotografia indetto a Modena da “Il resto del Carlino”.
Ci incontriamo su Skype e con un allegro e contagioso sorriso mi saluta, avvolta dalle sue grandi cuffie dorate. Facciamo qualche prova tecnica e decido di chiudere il mio video, per sentirla meglio, senza interruzioni, per via della connessione. Il suo riquadro però rimane acceso, in questo modo posso osservare ogni sua espressione e collegarla ad ogni sua frase.

Read More

5
0
12184145_10154493494178018_4074910568039546097_o

Intervista con… Enrico Berrè

Roma, Acqua Acetosa. 21 gennaio 2016

Due grandi occhi verdi che spiccano tra la folta barba e il cappellino bordeaux, la divisa della Nazionale italiana di scherma, ed è così che si presenta il 23enne Enrico Berrè, campione italiano in carica di scherma, nonché campione del mondo.
Ci diamo appuntamento all’Acqua Acetosa, dove in questi giorni si tiene il ritiro internazionale pre mondiale, ed è lì che dopo l’intervista si dirigerà il nostro giovane campione (dopo aver adempiuto i suoi doveri da studente in Scienze Politiche e aver sostenuto l’esame di statistica).
Ci sediamo in un bar e davanti ad un caffè, Enrico, decide di raccontarsi, un po’ infreddolito ma nonostante questo, gentile e disponibile.

Read More

5
0

Page 2 of 4